giovedì 28 giugno 2012

Pierogi ruskie

Sul mio blog non poteva mancare la ricetta dei famosissimi pierogi!
I pierogi sono caratterizzati dalla loro forma a semicerchio (mezzaluna), dai diversi tipi di ripieni, sia salati che dolci e dai diversi modi di servirli. Quelli salati infatti, spesso vanno serviti con la cipolla o la pancetta (cosiddetti "skwarki"), rosolati, con burro sciolto o panna acida. Invece i pierogi dolci sono ripieni di frutta fresca di stagione e si servono con le salse di frutta frullata, zucchero oppure pangrattato con il burro sciolto. Per rendere più croccanti i pierogi si termina la cottura facendoli rosolare in padella.




Oggi vi proporgo la versione più conosciuta di questo piatto, cioè i pierogi ruskie (ripieni di patate e formaggio).
Sono uno dei miei piatti preferiti e piacciono anche a moltissimi turisti stranieri.

Ingredienti per l'impasto (dose per 4 persone):
  • 2 bicchieri di farina
  • un pizzico di sale
  • 1 uovo
  • circa un bicchiere d'acqua calda
  • un cucchiaio di olio d'oliva
Invece per il ripieno servono:
  • 500 grammi di patate (non novelle)
  • 250 grammi di formaggio fresco tipo ricotta salata
  • 1 cipolla media tritata
  • sale, pepe
  • burro oppure olio d'oliva per rosolare

Mentre si fanno bollire le patate, impastate la farina con il sale, l'uovo e l'olio, aggiungendo un poco alla volta l'acqua calda e fino ad ottenete una pasta morbida.

Quando le patate sono cotte e si sono freddate, sbucciatele e schiacciatele con lo schiaccia patate. Rosolate la cipolla tritata finemente e unitela con le patate. Aggiungete il sale, il pepe e il formaggio fresco e mescolate bene tutti gli ingredienti.




Stendete la pasta fino ad ottenere uno spessore di circa 4 mm, con un bicchiere oppure con le forme per fare i ravioli tagliate dei cerchi.
Mettete al centro di ognuno dei cerchi circa un cucchiaio di ripieno e chiudete bene i bordi in modo che non si aprano durante la cottura.

Cuocete i pierogi in abbondante acqua salata per circa 5 minuti (devono galleggiare), scolateli e serviteli caldi con il condimento a vostra scelta.






Nota: Se non vi piace la cipolla potete preparare il ripieno senza.
Se non dovete cuocere subito i pierogi potete coprirli con uno strofinaccio pulito e lasciarli ad aspettare il momento della cottura.

28 commenti:

  1. ottimi, li ho mangiati sia salati che dolci a Lublin. Complimenti anche per il post, completo e chiaro. Ciao

    RispondiElimina
  2. Ci sono arrivata per combinazione non so nemmeno io da che parte ma è stata una sopresa. Sono cittadina di cittàdi confine verso l'est per cui alcuni piatti li conosco ed anche assaggiati ma non in Polonia. Ciaoooo

    RispondiElimina
  3. @edvige benvenuta nel mio blog :)
    @Aliza e edvige spero che la ricetta vi sarà utile

    RispondiElimina
  4. PS.
    Ahahahahaha mi viene da ridere io mi chiamo come te Edy come abbreviazione di Edvige da sempre anche se parte da Hedwig-Hedy ma in italiano "h" iniziale è difficoltoso nella pronuncia quindi...l'hanno levato.
    Il tuo Edy non so maschile o femminile essendo un abbreviazione di nome maschile come Edoardo.....
    Comunque ciao omonima/omonimo
    ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto che hai scritto Edy(ta) sai che quand'ero piccola qwualcuno mi chiamava anche cosi.
      Ciao e grazie del passaggio.

      Elimina
  5. Mia nonno è polacca, molto spesso mi cucinava i suoi Pierogi che, secondo Lei, sono originari dell'attuale Ucraina. Sono farciti con patate lesse e crauti. Per il condimento utilissava un,'ipropriamente detto, gulasch bainco.
    Questo è costituito da cipolla, guanciale paprika dolce e farina bianca. L'altro giorno li ha preparati mamma, erano fantastici
    Fritz Von Baumann

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa versione di pierogi non la conosco, forse li fanno nella regione di Tua nonna.
      Intanto grazie mille per la visita :)

      Elimina
  6. Ho preparato i miei primi pierogi con questa ricetta e sono venuti deliziosi! Sembravano davvero quelli che mangiavo in Polonia... grazie:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te e sono molto contenta!!!!!

      Elimina
  7. ciao il tuo blog è favoloso!l'estate scorsa sono stata in Polonia in vacanza, quando siamo arrivati a Cracovia c'era il festival dei pierogi.. ne avrò mangiati una trentina!!!!(ne avevo mangiati altrettanti, o anche di più, nelle altre città visitate in precedenza)non vedo l'ora di farli!!!!ti farò sapere come mi vengono ;-)
    GRAZIE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatti e mangiati: FAVOLOSI!!!!
      Ma la cipolla è meglio che sia rossa o bianca?
      grazie!

      Elimina
    2. Bravissima! la cipolla la uso sempre quella d'orata ma ovviamente si può mettere quella che ci piace di più.

      Elimina
  8. io sono polacca ma abito a firenze e ogni agosto vado in jelenia gora infatti quando sono la mangio solo pierogi con una bibita chiamata TIMBARK se ancora non l'avete assagiato dovete farlo!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la visita! anch'io adoro tymbark ed il mio preferito è quello al gusto di mela e menta!!!

      Quando ritorni dalla Polonia raccontaci del tuo viaggio!

      Elimina
  9. Ciao, ho provato questa sera la tua ricetta: i pierogi ci sono piaciuti tantissimo! Li ho conditi con burro fuso con timo e nel ripieno ho messo ricotta di pecora salata. Grazie mille per la tua ricetta, proverò a breve altre tue preparazioni!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti chiedo scusa di ritardo, ma mi sono accorta adesso del Tuo commento!
      Sono molto molto contenta di sapere che qualcuno abbia provato con successo la mia ricetta :)))
      Grazie mille!

      Elimina
  10. Ciao, ho preso nota dei tuoi Pierogi, mi piacerebbe prepararli al più presto.
    Buon pomeriggio
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima! attendo le notizie allora :)
      .....e grazie per la visita

      Elimina
  11. Ciao! In Polonia ho provato una versione buonissima di pieroghi cotti però al forno. Mi chiedevo se l'impasto possa essere stato lo stesso (cioè se quello che proponi possa andare bene anche per la cottura in forno). Il ripieno era composto da pollo al curry, formaggio e pezzetti di ananas...davvero delizioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao meribenda! Per fare i pierogi cotti al forno l'impasto è un po diverso. Ti occorrono:
      500 grammi di farina
      un bicchiere scarso di latte tiepido
      25 grammi di lievito fresco
      1 cucchiaino di zucchero
      1 uovo + 1 tuorlo per spalmare sopra
      3-4 cucchiai do olio d'oliva oppure di burro sciolto e freddato
      un pizzico di sale

      fai sciogliere nel latte tiepido il lievito con lo zucchero e in cucchiaio di farina. Mescola e lascia riposare e lievitare per circa 15-20 minuti.
      Su una spianatoia setaccia la farina, aggiungi: uovo, sale, olio oppure burro ed il preparato di latte e lievito. Ora devi lavorare l'impasto finché diventi liscio e non appiccicoso. Se serve aggiungi un poco di farina. Metti l'impasto in una ciotola, coprilo con uno strofinaccio e lascialo ad aumentare il volume. Quando è pronto stendilo e ricava dei cerchi.

      Il forno va riscaldato a 180°C e la cottura dei pierogi dura circa 20 minuti o fino a farli diventare dorati.

      Elimina
    2. Anche se con una risposta in super ritardo...dziękuję bardzo!! Proverò a breve entrambe le versioni =)

      Elimina
  12. Ottima ricetta!! mia mamma li cucina sempre!!Infatti siamo polacchi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dziekuje Natalia i pozdrawiam!!!!

      Elimina
  13. Due bicchieri di farina x quattro persone ?

    RispondiElimina
  14. che bicchiere hai usato per la farina? grazie:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! È un bicchiere da acqua (30 cl. Saluti :)

      Elimina
  15. Ciao! Qual è il condimento originale (o ideale) x questi Pierogi?

    RispondiElimina
  16. Ciao! Qual è il condimento originale (o ideale) x questi Pierogi?

    RispondiElimina